BI-Test

Cos’è il BI-Test?

Tra gli esami diagnostici prenatali, la Domus Mulieris effettua anche il BI-Test (o Duo test), il quale deve essere effettuato fra la undicesima e la tredicesima settimana di gravidanza.

A cosa serve il Bi test?

Il BI-Test si esegue per valutare il rischio che il nascituro sia affetto da sindromi cromosomiche, specialmente da Sindrome di Down. È un esame non invasivo. Al momento dell’ecografia ostetrica (translucenza nucale), si esegue un semplice prelievo del sangue materno, al fine di valutare la presenza di due ormoni: free beta-hCG (frazione libera della gonadotropina corionica) e PAPP-A (proteina A plasmatica associata alla gravidanza). I risultati delle analisi del sangue vengono poi confrontati con le informazioni date dalla translucenza nucale e con altre variabili (es. età materna). Dalla combinazione di questi dati, si arriva a individuare i feti a rischio di anomalie cromosomiche, senza dovere ricorrere a esami più invasivi, come villocentesi e amniocentesi. Questi esami sono comunque gli unici accertamenti in grado di dire con certezza se il nascituro sia affetto o meno da una sindrome cromosomica. Durante l’esecuzione dell’esame Bi-Test è possibile effettuare l’Ecografia translucenza nucale.

Durata: 30 minuti

Il BI-Test è eseguito dal Prof. Francesco Torcia e dal Dott. Massimo Salvatori. Per prenotare l’esame contattare i numeri:

argomenti correlati
servizi correllati