Visita Ostetrica

Che cos’è la visita ostetrica?

Presso la Domus Mulieris è possibile effettuare la visita ostetrica, ossia un’indagine completa che, durante la gravidanza, viene effettuata ogni mese a partire dalle 7 alle 10 settimane, al fine di tracciare la situazione clinica presente e passata della futura mamma.

A che cosa serve la visita ostetrica?

La Domus Mulieris si premura di raccogliere tutte le informazioni necessarie sulla salute della donna, del partner e delle rispettive famiglie in occasione della visita ostetrica, al fine di comprendere quale patrimonio genetico potrebbe aver ereditato il bambino e, di conseguenza, valutare la presenza di eventuali rischi sia per la donna in gravidanza, sia per il nascituro e la necessità di un’assistenza addizionale. Se la donna è sana, non presenta patologie, ha uno stile di vita sano e nel corso delle varie visite sia la futura mamma che il futuro bambino non presentano problematiche, la gravidanza viene definita “Gravidanza Fisiologica” o “Gravidanza Normale” o anche “Gravidanza a Basso rischio” (situazione che si presenta nella maggior parte delle gravidanze). In questo caso il professionista più indicato per seguire l’evolversi della gravidanza è l’ostetrica. Le ostetriche del nostro centro hanno il compito di sorvegliare la gravidanza, assicurarsi che non vi siano deviazioni dalla normalità e mantenere la fisiologia di tutti i processi che interessano questo periodo. L’assistenza prenatale che offriamo prevede:

  • L’educazione
  • Il counselling
  • L’esecuzione di screening
  • Trattamenti finalizzati a monitorare e promuovere il benessere di madre e feto

Vi sono poi alcuni casi in cui la presenza di certe patologie già riconosciute prima della gravidanza, o che si manifestano durante i controlli, richiedano il coinvolgimento di una pluralità di figure specifiche in base alla patologia riscontrata, il tutto facilitato dal modus operandi della nostra struttura incentrato sulla cura integrata della persona. Questo sistema operativo è ancor più importante da utilizzare nel caso in cui vi sia la presenza di patologie particolarmente importanti, tanto da definire la gravidanza come “Gravidanza ad alto rischio”. In tal caso, vi sarà uno stretto monitoraggio dell’andamento della gravidanza per salvaguardare la salute di madre e bambino. L’assistenza alla coppia inizierà già in fase pre-concezionale: la coppia che cerca una gravidanza riceverà informazioni riguardanti il corretto stile di vita, l’alimentazione, la regolazione naturale della fertilità e verrà sottoposta ad alcuni esami gratuiti che possono essere eseguiti prima della gravidanza e che saranno utili anche per ottenere un completo quadro anamnestico in gravidanza. Per una Gravidanza fisiologica le visite raccomandate dalle linee guida sono ogni 4/6 settimane. Durante tutto il percorso nascita (dalla gravidanza al dopo nascita) l’ostetrica, diventa un punto di riferimento per la famiglia.

PRIMA VISITA OSTETRICA IN GRAVIDANZA

Al primo contatto, che dovrebbe avvenire entro la 10 settimana gestazionale, verrà aperta la cartella clinica e raccolta in modo accurato l’anamnesi ostetrico-ginecologica, quella personale e familiare di entrambi i genitori, calcolata la data presunta del parto in base all’ultima mestruazione e verrà programmato insieme il percorso assistenziale, quali: esami ematochimici, pianificazione delle tre ecografie raccomandate dalle linee guida, rilevazione dei parametri vitali e dell’indice di massa corporea e una visita vaginale per il controllo del collo dell’utero e delle strutture adiacenti. Con i primi accertamenti verrà anche stabilito se la gravidanza sia a basso o alto rischio per identificare le donne che avranno bisogno di un’assistenza intensiva e pianificarne il percorso (valutazione che verrà eseguita a ogni incontro). Oltre a dedicare tempo alla valutazione clinica della gravidanza, verrà dato spazio anche alla possibilità di conoscersi reciprocamente per instaurare un rapporto di fiducia tra l’ostetrica e la donna/coppia; verrà dato spazio per rispondere a tutte le domande e i dubbi e verranno fornite informazioni inerenti:

  • Diagnosi prenatale
  • Pianificazione delle successive visite fornendone anche il programma assistenziale
  • Stili di vita
  • Disturbi tipici della gravidanza e gestione dei sintomi
  • Le tre ecografie raccomandate
  • Gli incontri di accompagnamento alla nascita
  • L’attività fisica
  • Le integrazioni di Acido Folico
  • Segni e sintomi allertanti

Inoltre, se non è stato effettuato nei tre anni precedenti verrà offerta la possibilità di eseguire il prelievo per il Pap-Test o il Thin-Prep.

VISITE OSTETRICHE DEL SECONDO TRIMESTRE (DA 13 SETTIMANE A 27SETTIMANE+ 6GIORNI)

Le visite in questo trimestre hanno lo scopo di esaminare e discutere con la mamma/coppia i vari esami prescritti, gli eventuali test di screening, vengono commentate e spiegate le ecografie del primo e del secondo trimestre. Il tutto viene registrato in cartella clinica che verrà affidata alla donna e della quale ne verrà custodita una copia. Ad ogni visita si accerterà l’assenza di fattori che deviano dalla normalità e che richiederebbero una modifica del percorso assistenziale precedentemente scelto.

Il benessere materno viene controllato tramite:

  • rilevazione della pressione arteriosa e del peso;
  • se non si è immuni viene, proposto l’esame per rosolia e toxoplasmosi;
  • se vengono rilevati dei fattori di rischio, viene proposto l’esame per il controllo del diabete gestazionale;
  • valutazione dell’eventuale necessità di introdurre una supplementazione di ferro nel caso in cui ne venisse rilevata una carenza negli esami ematici;
  • valutazione del corretto adattamento fisico e psicologico allo stato gravidico;
  • prescrizione gli esami necessari.

Il benessere fetale viene controllato mediante:

  • auscultazione del Battito Cardiaco Fetale (BCF);
  • valutazione dei Movimenti Attivi Fetali (MAF) percepiti dalla mamma;
  • valutazione della posizione fetale mediante le Manovre di Leopold;
  • a partire dalla 24 settimana viene misurata la distanza tra sinfisi e fondo uterino per valutare la crescita del feto;
  • valutazione delle ecografie prescritte.

Durante tutte le visite viene dato spazio alle domande della Donna e della Coppia, vengono ribaditi i segni e sintomi allertanti e la possibilità di partecipare ai vari corsi previsti per il percorso nascita, quali: corsi di accompagnamento alla nascita; corsi di movimento in gravidanza; corsi di acquamotricità in gravidanza.

VISITE OSTETRICHE DEL TERZO TRIMESTRE (DA 28 SETTIMANE AL TERMINE)

Durante gli appuntamenti dell’ultimo trimestre si pone l’attenzione a dare informazioni sul travaglio e parto, sui metodi di contenimento del dolore, farmacologici e non, sui controlli da effettuarsi dopo la 40 settimana, sui servizi di dimissione protetta, sul dopo nascita, per le cure di madre e neonato e per l’allattamento, viene data la possibilità di discutere di tutti gli argomenti giudicati rilevanti dalla donna e dalla coppia, oltre a continuare i controlli per il benessere materno fetale. Tutte le valutazioni vengono registrate in cartella clinica:

  • valutazione degli esami ematici;
  • verifica dell’eventuale necessità di supplementazioni con ferro;
  • rilevazione della pressione arteriosa;
  • a 28 settimane, per le donne Rh negative, viene offerta la somministrazione della profilassi anti-D;
  • viene offerto lo screening per HBV, HIV, Toxoplasmosi, Sifilide e Streptococco di gruppo B;
  • verifica del corretto accrescimento fetale mediante misurazione della Sinfisi-Fondo e l’esame dell’ultima ecografia;
  • valutazione del BCF;
  • rilevazione dei MAF percepiti dalla mamma;
  • valutazione della posizione fetale mediante le Manovre di Leopold;
  • nel caso di feto podalico vengono date informazioni sul percorso da seguire (moxibustine e manovra di rivolgimento fetale).

Alla Domus, il percorso nascita con l’ostetrica non si conclude con il termine della gravidanza, bensì continua durante il travaglio e parto e soprattutto nel dopo nascita per sostenere la nuova famiglia nell’instaurare i nuovi rapporti e le nuove dinamiche familiari, verificare il corretto adattamento al dopo parto di madre e neonato e sostenere la madre durante l’allattamento materno, aiutare la coppia con l’introduzione dei cibi complementari (svezzamento) e nell’accudimento del nuovo arrivato. Il nostro obiettivo è quello di diventare un punto di riferimento nella Vostra vita attraverso un supporto quotidiano scientifico, ma soprattutto umano.

Le Visite Ostetriche vengono effettuate dalle Dott.sse Rossella Mellino, Chiara Felici e Valentina Filesi. Per effettuare una Visita Ostetrica contattare i numeri:

argomenti correlati
servizi correlati