Categorie
News

Percorso Nascita alla Domus Mulieris

TEST DI GRAVIDANZA POSITIVO? E ORA?!?

In anni di esperienza abbiamo elaborato dei protocolli, basati su linee guida, che Vi pongono al centro della Nostra attenzione come Pazienti ma, soprattutto, come Persone. Sarete guidati passo dopo passo, affinché possiate goderVi senza pensieri l’esperienza meravigliosa ma, al contempo complessa, della Gravidanza.

IL PERCORSO

Il Test di Gravidanza è una prima indicazione su quello che potrebbe essere il Vostro stato di Maternità, ma non basta. Il primo esame da effettuare sono le Beta hCG (una frazione di un ormone che viene prodotto da un primo abbozzo di placenta quando l’embrione si annida nell’utero), le quali restituiscono dei valori iniziali più precisi per quanto riguarda lo status di Gravidanza. Nel caso in cui i valori dovessero essere positivi, inizia il Nostro percorso insieme, con un filo conduttore che ci legherà 24/24, saremo disponibili per voi per qualsiasi dubbio o urgenza, avrete a disposizione un numero di telefono a Voi dedicato acceso notte e giorno e la possibilità di venire alla Domus ogni volta che ne avrete bisogno.

Alla Settima Settimana eseguiamo la prima Visita Ostetrica, detta anche “Primo Accesso”. Durante questo incontro, si terrà un colloquio in cui Vi verranno spiegate le regole nutrizionali da seguire, cosa si può o non si può mangiare. Sarete, inoltre, introdotti nel mondo dei Test Prenatali (un test fondamentale per indagare alcune tra le più frequenti anomalie genetiche), affinché possiate decidere se farlo, e accompagnati nella scelta del migliore secondo le Vostre esigenze. Vi verranno illustrate le 3 ecografie più importanti, da effettuare una per trimestre di Gravidanza. A completamento della prima visita, vi sarà un’accurata anamnesi della donna con rilevazione del peso e della pressione. Verrà effettuata un’ecografia “accessoria”, in cui sarà possibile visualizzare la pulsazione cardiaca e la grandezza dell’embrione e la prescrizione delle prime analisi del sangue. (Questa routine verrà eseguita in ogni incontro)

Embrione alla 7° settimana di Gravidanza

La settimana successiva (ottava settimana), per valutare la crescita dell’embrione, eseguiremo un rapido controllo ecografico.

Dopo l’ottava settimana, le visite ostetriche si terranno con cadenza mensile e gli esami ematici verranno programmati mese per mese.

La prima “vera” ecografia viene eseguita tra la decima e la tredicesima settimana di gravidanza, durante la quale i Nostri Ecografisti andranno a misurare lo spessore della “traslucenza nucale”, un indice fondamentale anche per la diagnosi di alcune tra le più frequenti patologie neonatali. Verrà, inoltre, effettuata la flussimetria delle arterie uterine al fine di valutare l’irrorazione sanguigna del feto. In questa sede, se si desidera, sarà possibile eseguire degli ulteriori test prenatali, tra cui il BI-Test, utile per valutare il rischio che il nascituro sia affetto da sindromi cromosomiche, specialmente da Sindrome di Down. Nel caso in cui vogliano eseguirsi altri accertamenti, come i test genetici eseguiti sul DNA fetale, questi potranno essere elaborati con un semplice prelievo di sangue, ma si dovrà tornare nelle settimane successive.

Embrione alla 13° settimana di Gravidanza

Durante il secondo trimestre di gravidanza, che inizia  dalla dodicesima settimana, si inizia a indagare la conformazione degli organi del feto. Saranno due gli esami ecografici, l’ecografia morfologica, volta alla valutazione dello stato di salute di tutti gli organi del feto, e un’ecografia pre-morfologica, in quanto si colloca anticipatamente all’ecografia pre-morfologica, avente lo scopo di anticipare questa indagine al momento di formazione degli organi. Come si può ben immaginare, questo è un periodo molto importante e delicato, di conseguenza lo specialista potrebbe ritenere opportuno, in accordo con la mamma, eseguire altri esami ecografici più specifici quali, a esempio, l’ecocardio fetale, consistente nello studio accurato del cuore del feto.

Nel terzo e ultimo trimestre, che cade nella ventottesima settimana di gravidanza, viene eseguita l’ultima ecografia ufficiale, definita “accrescimento”. Questa terza ecografia serve per valutare come il bimbo stia crescendo e per fare una stima del peso fetale. L’ecografia, anche in questo caso, è completata dallo studio della flussimetria uterina.

Dalle 38 settimane di gravidanza, è possibile eseguire con noi dei monitoraggi cardiotocografici, consigliati per monitorare, fino alla nascita, il benessere fetale.

La forza della Domus Mulieris e del Nostro Percorso Nascite sta nell’assistenza a 360 gradi, data dal lavoro integrato di tutti gli specialisti presenti in struttura.

Embrione alla 28° settimana di Gravidanza

All’interno Nostro poliambulatorio troverete:

Queste figure saranno lì per Voi anche dopo il parto. Inoltre, nel caso in cui abbiate intenzione di ritoccare alcuni inestetismi fisiologici della Gravidanza potrete far riferimento sul nostro Chirurgo Plastico Dott. Pierluigi Gigliofiorito che vi consiglierà la migliore pratica di Medicina Estetica o Chirurgia Plastica adatta alla Vostra situazione.

Anche il Vostro Bambino sarà accompagnato nel corso della sua Vita, grazie al supporto della nostra Dott.ssa Loretta Mellino (Medico Chirurgo specialista in Pediatria). Inoltre, avrete sempre a disposizione le nostre due ostetriche Valentina e Chiara che, oltre a seguirvi e ad affiancarvi durante questo periodo, organizzano corsi di accompagnamento alla nascita, corsi di movimento in gravidanza e vi aiuteranno, se ne avrete bisogno, nel post partum con il rientro a casa e l’allattamento.

Per info contattare i numeri: