Ricostruzione Mammaria

La Ricostruzione Mammaria è un intervento chirurgico la cui finalità è quella di restituire la femminilità a tutte le donne che per motivi oncologici si sono dovute sottoporre a un intervento chirurgico oncologico demolitivo  (Mastectomia Simplex/Nac Sparing).

Il Processo di Ricostruzione Mammaria
L’intervento

È possibile eseguire l’operazione contestualmente all’intervento oncologico (Ricostruzione Immediata) oppure in un secondo momento (Ricostruzione Differita), nel caso in cui la neoplasia mammaria sia estesa o non più confinata alla sola mammella. Questo tipo di intervento avviene utilizzando dispositivi protesici (Ricostruzione Eterologa) oppure impiegando i tessuti autologhi (Ricostruzione Autologa).

LA RICOSTRUZIONE MAMMARIA CON PROTESI

La Ricostruzione Eterologa prevede l’impiego di dispositivi protesici di forma anatomica o a goccia che andranno a sostituire completamente la mammella asportata per motivi oncologici. L’intervento può essere eseguito in unico tempo, impiantando direttamente una protesi anatomica a base di gel di silicone, oppure in due tempi, impiantando un dispositivo temporaneo denominato espansore che successivamente, a distanza di 6 mesi, verrà sostituito con una protesi definitiva.

LA RICOSTRUZIONE MAMMARIA CON TESSUTI AUTOLOGHI

In tutti i casi in cui non è possibile o non è considerato sicuro utilizzare dispositivi protesici (ad esempio per una pregressa infezione o per pregressa radioterapia) si può procedere alla ricostruzione mammaria con tessuti autologhi, cioè allestendo dei lembi di tessuto da un’area corporea che viene definita donatrice e trasferendoli alla regione mammaria che, pertanto, viene definita area ricevente. Sono stati descritti numerosi lembi peduncolati o microchirurgici che possono essere utilizzati a tal scopo, ad oggi sicuramente il gold standard è rappresentato dal lembo microchirurgico DIEP che prevede il trasferimento in blocco di tutta la cute e il tessuto adiposo dalla regione sottombelicale in regione mammaria per ricostruire la mammella asportata.

DECORSO POST-OPERATORIO

Dopo l’operazione non è previsto alcun periodo di immobilità, al contrario, la mobilizzazione precoce, coadiuvata magari da un fisioterapista esperto, può ridurre notevolmente il rischio di formazione di aderenze cicatriziali e le conseguenti limitazioni funzionali.

TUTTE LE INFORMAZIONI DA SAPERE SULLA RICOSTRUZIONE DEL SENO

Il risultato sarà stabile nel tempo? La finalità ultima di qualsiasi intervento di ricostruzione mammaria è proprio quella di restituire sicurezza a ogni donna, aiutandola a ritrovare la propria femminilità. Un lieve grado di asimmetria può residuare dopo l’intervento o con il passare del tempo, ma l’intervento oncologico precedente sicuramente non sarà più visibile.

Gli interventi di Ricostruzione Mammaria vengono eseguiti dal nostro Chirurgo Plastico Dott. Stefano Campa. Per ottenere un appuntamento per la valutazione dell’intervento contattare i numeri:

N.B.: L’intervento chirurgico è eseguito presso strutture partner della Domus Mulieris e accordate appositamente con il paziente.

argomenti correlati
SERVIZI CORRELATI

Prenota subito una visita:


    × Come possiamo aiutarti?